Vorresti trovare la motivazione per dimagrire, ma non sai come fare?

Le hai provate tutte: dieta chetogenica, dieta mediterranea, dieta senza zuccheri, dieta senza grassi, dieta con grassi e proteine ma senza carboidrati, digiuno intermittente, consulenze da dietisti, nutrizionisti.

Ogni volta che perdi il controllo e ti lasci un attimo andare, ritorni sulla bilancia e senti quel tuffo al cuore: “ecco, ci risiamo. Il peso è salito di nuovo”. 

Tutti i tuoi sforzi sono buttati all’aria. 

Allora ricomincia di nuovo il ciclo. 

Il circolo vizioso delle diete. 

Se ti ritrovi in questa descrizione, non sei sola.
Tantissime donne, proprio come te, si mettono a dieta per dimagrire affidandosi a quello che viene considerato come il “metodo ultimo più efficace per dimagrire velocemente”.

Ma, puntualmente, una volta finito tutto, il peso ritorna come prima (a volte con gli interessi). 

Questo accade ovviamente nella migliore delle ipotesi, perché per la maggior parte delle volte non si arriva neanche alla fine di questi programmi. 

“Ecco, sono una fallita.. non riesco a portare a termine niente!” 

Questa è la frase che ti ripeti ogni volta in cui ti rendi conto di non aver raggiunto l’obiettivo, vero? 

Se ti ritrovi in tutto questo, sappi che la colpa non è tua. 

come trovare la motivazione per dimagrire

Non è a causa della tua poca forza di volontà, se non riesci a seguire una dieta. 

Non è a causa della tua poca costanza, se non dimagrisci o non mantieni il peso raggiunto.

Non è nemmeno a causa della tua “golosità”, se a volte perdi il controllo e finisci per mangiare proprio quei cibi che ti eri promessa di evitare. 

Il problema, quello vero, è proprio il sistema della dieta in cui tu, consapevolmente o inconsapevolmente, sei entrata dentro. 

C’è infatti un modo totalmente diverso per riacquisire quella serenità e quel benessere con il tuo corpo, che nulla ha a che vedere con schemi rigidi e regole predefinite, impacchettate e uguali per tutte. 

In questo articolo infatti ti spiegherò in che modo la Mindfulness potrà aiutarti a ritrovare la motivazione (quella giusta!) per dimagrire, ritrovando l’armonia e la gioia di vivere in un corpo che ti farà sentire a tuo agio sempre.

A prescindere da ogni condizione. 

Prima di procedere però, è necessario fare una premessa.

Sei sicura di avere la motivazione giusta per dimagrire? 

Perché vuoi dimagrire?

Questa domanda forse potrebbe apparirti scontata, ma ad una riflessione un po’ più attenta non la è per niente. 

A primo impatto, la risposta a questa domanda potrebbe essere:

 “Perché voglio ottenere un corpo più magro e bello” 

Per la maggior parte dei casi però, questa risulta essere una delle motivazioni più deboli. 

Se fai un passo oltre, potresti scoprire qualcosa di più interessante. 

Prova a chiederti: “perché desidero ottenere un corpo più magro e più bello?

Spesso infatti scambiamo il concetto di magrezza e bellezza con qualcos’altro. 

La nostra società in questo purtroppo non aiuta, perché ci fa costantemente sentire inadeguate, con qualcosa da dover aggiustare o migliorare in funzione di un altro bisogno. 

Ad esempio, quello di apparire più desiderabili, più amate e apprezzate agli occhi degli altri. Con l’intento di piacere e piacersi di più. 

Io per anni sono andata avanti con questo tipo di motivazione e non ho fatto altro che distruggermi con le mie stesse mani. 

Anche se da fuori potevo apparire più in forma rispetto a prima, in realtà continuavo a dirmi cose orribili davanti allo specchio. Perché secondo la mia mente non era mai abbastanza tutto quello che stavo facendo. 

dimagrire con la mindfulness

C’era sempre qualcuna più bella e più in forma di me che poteva aggiudicarsi quelle attenzioni e quell’interesse che stavo ricercando. 

Dovevo vincere su tutte. 

Era diventata una competizione costante che mi stava logorando dentro. 

Per moltissimo tempo sono andata avanti così, confondendo il concetto di piacersi con quello di amarsi. 

Ma sono due cose ben diverse. 

Piacersi è un amore condizionale, ovvero un sentimento che dipende da una condizione.

Prova a pensarci. 

Cosa ti succede quando non riesci a mantenere il peso raggiunto e torni a quello di prima?

Oppure quando ti accorgi di essere ingrassata in seguito ad un periodo particolarmente stressante?

O, ancora, quando ti rendi conto di non aver raggiunto un obiettivo che ti eri prefissata? 

Lì scatta il “demone interiore”, così mi piace chiamarlo.
Quello che inizia ad inveirti contro dicendoti cose orribili, parole che nemmeno il tuo peggior nemico ti direbbe mai.

La triste verità è che l’ostacolo più grande, per la maggior parte delle volte, siamo proprio noi. 

E finché non entrerà in gioco il nostro compagno di squadra ad aiutarci in questi momenti, non potremo mai vincere la battaglia.

Quel compagno si chiama “Amore per noi stesse”. 

Arriva in soccorso proprio in quei giorni in cui non ci piacciamo proprio e vorremmo coprire il nostro specchio per evitare di guardarci. 

Amarsi infatti significa accettarsi così per come si è, senza alcuna condizione. 

Il punto è che fin da piccole siamo state abituate a doverci PRIMA piacere, per amarci.

Ma così facendo entriamo in un circolo vizioso: non ti piaci, quindi non ti ami, ti tratti male e ti piaci ancora meno. 

Se invece parti da una base di amore incondizionato, allora lì accade il “miracolo”.

alimentazione consapevole per dimagrire

Ti ami, quindi ti accetti per quella che sei, ti tratti bene, ti parli meglio e inizi a migliorare, innescando così il cambiamento grazie a questo atteggiamento. 

Vorrei quindi che, prima di procedere a leggere questo articolo, ti facessi una domanda molto chiara:

Lo stai facendo PER TE oppure per gli altri? Vuoi dimagrire perché ti ami o perché vuoi piacerti? 

Prenditi del tempo per rispondere e sii onesta con te stessa.

Se ti rendi conto di non riuscire a partire da una base di amore e di accettazione, sappi che il dimagrimento e la perdita di peso non risolveranno questa tua mancanza. 

A questo proposito, ti consiglio vivamente di leggerti questo articolo su Come amarsi di più: i 3 passi necessari ristabilire una relazione d’amore con se stessi.

Fatta questa premessa, non c’è nulla di male nel voler dimagrire per stare meglio con se stesse.

Desiderare di raggiungere una condizione migliore di benessere, ad esempio, può essere una motivazione molto più valida ed efficace.

Che sia per sentirti più leggera, alleviare le sensazioni di pesantezza e gonfiore, migliorare la digestione, avere un rapporto pacifico con il cibo: tutte queste sono ottime motivazioni per dimagrire ed  iniziare un percorso di perdita di peso. 

Ma in che modo la Mindfulness potrebbe aiutarti in tutto questo?

Prima di rispondere a questa domanda, ti voglio mostrare il motivo per cui l’approccio tradizionale basato sulla dieta non risolverà nessuna delle tue esigenze di benessere psicofisico, né tanto meno ti sarà utile per incentivare la tua motivazione per dimagrire. 

Perché le diete non funzionano e ostacolano la tua motivazione per dimagrire

Devi sapere che per la maggior parte delle volte, ad eccezione di casi in cui vi sono problematiche specifiche, i chili che vedi accumulati non sono dati dal tuo corpo, bensì dalla tua mente. 

Cosa intendo dire con questo?

Che spesso si mangia per noia, per nervosismo, per stress e per mille altri motivi ma non per… nutrimento. 

Tutte siamo coinvolte in questa problematica, proprio perché crescendo abbiamo perso la facoltà di “ascoltarci”. 

motivazione per dimagrire: perché le diete non funzionano

Mangiamo quello che “dovrebbe essere giusto” mangiare, diamo dei giudizi al cibo etichettandolo come “sano” e come “non sano”.

Ci forziamo di restare all’interno di regole rigide dettate da diete e programmi alimentari, escludiamo intere categorie alimentari, facciamo di tutto per non ascoltare i nostri segnali di fame e sazietà perché li giudichiamo come sbagliati, come qualcosa di cui vergognarci. 

In questo modo ci siamo letteralmente dis-educate a mangiare in modo intuitivo e consapevole. 

Così facendo, abbiamo finito per non capire più quali sono i nostri gusti, cosa ci piace per davvero e cosa no, addirittura non siamo più in grado di distinguere lo stimolo di fame da quello della sete. 

La dieta in tutto questo ha perso il suo significato intrinseco nel corso degli anni e non ha fatto altro che peggiorare le cose.

Il termine “dieta” infatti originariamente significa “stile di vita”, ovvero stare bene in modo naturale, spontaneo, senza costrizioni. 

Quando una persona impara a volersi bene e prendersi cura di sé, il dimagrimento infatti è solo una conseguenza. Non vi è alcun sacrificio o sofferenza che possa funzionare. 

Il dimagrimento infatti dovrebbe essere sempre fisiologico, mai forzato e lento. 

Il corpo ha bisogno dei suoi tempi per consumare il grasso, a livello biologico.

Non si può quindi pensare di dimagrire definitivamente con una tabella da rispettare per un periodo di tempo dettato dalla nostra mente, pretendendo poi di fare le stesse cose di prima. 

È normale quindi buttarsi giù e perdere totalmente la motivazione per dimagrire! 

Ti senti di combattere contro i mulini a vento, ma il punto è che non sei tu il problema: è proprio il sistema delle diete in sé, per come è strutturato al mondo d’oggi, che non funziona. 

L’ideale invece sarebbe lasciare il nostro corpo occuparsi del processo di dimagrimento e della perdita di peso, per focalizzare la mente su altri aspetti, tra cui: la consapevolezza corporea, l’attitudine mentale e l’educazione alimentare. 

In che modo poter realizzare tutto questo? Qui che entra in gioco la mindfulness!

Dimagrire con la Mindfulness: è davvero possibile?

La traduzione in inglese di Mindfulness significa letteralmente “consapevolezza”. 

Ma c’è di più. 

“Essere mindful” infatti vuol dire scegliere deliberatamente e consapevolmente di portare l’attenzione all’attimo presente, in modo non giudicante e non reattivo.

è davvero possibile dimagrire con la mindfulness

La pratica che deriva dalla Mindfulness e che applica questa attitudine al rapporto con il cibo e l’alimentazione si chiama Mindful Eating.

In che modo la Mindfulness e, in particolare, l’approccio “Mindful Eating”, può esserti utile nel tuo percorso di dimagrimento? 

Portando consapevolmente l’attenzione al tuo interno, potrai di nuovo riappropriarti delle sensazioni di fame e sazietà, allenandoti ad ascoltare e seguire le indicazioni del tuo corpo senza più perderti in regole rigide o particolari schemi alimentari. 

Nel momento in cui inizierai ad ascoltare veramente il tuo corpo infatti, i “chili della mente” saranno rilasciati naturalmente. 

Detta così sembra quasi una magia! 

In realtà, soprattutto all’inizio, c’è bisogno di tanto allenamento mentale proprio per destrutturare e scardinare le vecchie convinzioni, credenze e abitudini attorno al cibo e all’alimentazione. 

È un po’ come tornare a mangiare nel modo in cui facevamo da bambini, ovvero: utilizzando la curiosità e la gioia di riscoprirsi, ogni giorno. 

Cosa significa praticare un’alimentazione consapevole 

Grazie ad un approccio mindful, potrai sperimentare immensi benefici che potranno davvero cambiare il modo in cui pensi al cibo e a te stessa, qualcosa che davvero non ha prezzo in termini di benessere psicofisico. 

Spesso infatti, chi ha un rapporto tormentato con il cibo attribuisce ad esso un significato per lo più negativo, come ad esempio quello di “tentazione”, “trappola”, “nemico”. 

Oppure, si abitua ad avere una relazione di “amore ed odio”, considerandolo come luogo di rifugio e, al tempo stesso, come qualcosa da cui non riuscire a distaccarsi e liberarsi. 

Con la Mindfulness e l’approccio Mindful Eating invece, il primo grande beneficio che puoi sperimentare è proprio quello di riconsiderare il significato che solitamente attribuisci al cibo. 

Comincerai infatti a pensare al cibo per quello che è realmente, ovvero: puro e semplice nutrimento. Imparerai a discernere le tue emozioni dalla tua alimentazione. 

Perché, no: non si mangia per colmare un vuoto emotivo. 

Non si mangia per rabbia, ansia, frustrazione, gioia o tristezza. 

Si mangia per nutrirsi e per avere la giusta energia, quella che ti basta per portare a termine ciò che hai intenzione di compiere durante la giornata.

mangiare consapevolmente per dimagrire

Ovviamente, in tutto questo non dobbiamo scordarci di essere umani. 

Capiterà ogni tanto di lasciarsi andare all’emotività, mangiando seguendo le proprie emozioni. 

Attraverso la Mindfulness però questi episodi saranno sempre più rari e, soprattutto, saranno intrapresi con grande consapevolezza.

Il problema infatti non sta nel mangiarsi quel pezzo di cioccolata come consolazione dopo una giornata andata male. 

È quando NON ci si rende conto del perché si sta facendo una determinata cosa che iniziano i problemi.

Se manca consapevolezza infatti, il rischio è quello di mangiare molto più del dovuto.

Quel pezzo di cioccolata molto probabilmente potrebbe trasformarsi in un’intera tavoletta, se non si presta la dovuta attenzione a ciò che si sta facendo. 

Con il tempo, questa abitudine disfunzionale verrà ripetuta in maniera inconsapevole in momenti sempre più frequenti durante la giornata, portando quindi nel tempo ad un aumento considerevole di peso. 

I benefici della Mindfulness in un percorso di dimagrimento 

Con la Mindfulness invece inizierai a mangiare in modo consapevole, portando attenzione al momento presente.

In questo modo riuscirai ad essere davvero nel qui ed ora nel momento del pasto, accorgendoti di ciò che sta accadendo al tuo interno. 

Comprenderai il motivo delle tue dinamiche disfunzionali relative all’alimentazione.

Riconoscendole, inizierai man mano a sostituirle con pratiche e rituali di consapevolezza che ti aiuteranno a mangiare i cibi giusti, nelle quantità giuste e al momento giusto.

Tutto questo, ça va sans dire: avrà come effetto collaterale il dimagrimento. 

Ma c’è di più! 

Grazie a questo approccio inoltre potrai:

  • Sperimentare un’incredibile sensazione di benessere ed energia, già dalle prime settimane. Ascoltandoti infatti, potrai utilizzare questa sensazione come ancoraggio per tutte quelle volte in cui sentirai mancare la tua motivazione;
  • Riconnetterti alle tue sensazioni di fame e sazietà, seguendo l’intuito nel modo e nelle quantità in cui mangi;
  • Valorizzare di nuovo il piacere di mangiare, apprezzando il cibo con tutti i suoi sapori, odori e colori, riuscendo così a comprendere cosa davvero ti piace e cosa no; 
  • Costruire delle abitudini sane e durature nel tempo, che potranno accompagnarti per tutta la vita evitando così il famoso “effetto yo-yo” e rilasciando definitivamente i chili che hai perso. 

Spero con questo articolo di averti chiarito un po’ più le idee in merito al significato profondo che spesso attribuiamo al “voler dimagrire”.

La motivazione infatti sta alla base di qualunque azione che scegliamo di compiere e, se scelta inconsapevolmente, rischia solo di farci deviare strada.

Grazie alla Mindfulness, potrai sempre ritornare all’origine delle tue motivazioni che ti spingono a voler dimagrire, intraprendendo scelte consapevoli e che sono allineate al tuo sentire più profondo. 

mindfulness in un percorso di dimagrimento

Ti piacerebbe mettere subito in pratica i principi della Mindfulness applicata al cibo e, in particolar modo, dell’approccio Mindful eating?

Allora ti consiglio vivamente di leggere Mindful Eating: la guida all’alimentazione consapevole” per imparare passo passo come mangiare facendoti guidare non più dalla tua mente ma dal tuo corpo, senza più restrizioni, abbuffate, regole rigide e sensi di colpa!